giovedì 23 maggio 2013

Linguine alle cozze Fedele' s style



Chi è Fedele? Fedele è colui che mi ha insegnato a rendere saporiti e speciali i molluschi, con i suoi trucchi in cucina!
Mio suocero è il guru del pesce in famiglia, anche se poi sa cucinare a meraviglia qualsiasi cosa, compresi pane e dolci.
Ed io ammiro quegli uomini che a volte si mettono ai fornelli e sfornano ricette da chef!!!
Un giorno di tantissimi anni fa' mi ha insegnato a cucinare gli spaghetti alle vongole a modo suo.
Ma diciamocelo, anche se sono ottime le vongole costano decisamente di più e quindi le riservo a delle occasioni speciali... per la cucina di tutti i giorni, per mangiare bene spendendo poco acquisto le cozze dal mio fidato pescivendolo del giovedì mattina al mercato rionale ed... in questo periodo ne sono dipendente!!! 
L'unica fatica che alla fine viene comunque ripagata è la pulizia delle cozze.
Amore perchè per il mio prossimo compleanno non mi regali una macchina industriale che
pulisca le cozze?!?!? Quella ancora ci manca!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LINGUINE ALLE COZZE

INGREDIENTI:

1 kg. o più di cozze fresche
3 spicchi di aglio, sbucciati e schiacciati
3 gambi di prezzemolo fresco
3 acciughine sott'olio a pezzettini
qualche pomodorino pachino tagliato a pezzetti
olio extravergine di oliva condisano Dante ( è arricchito con vitamina D ) q.b.
una spruzzata di rum
300 gr. di linguine 
peperoncino in polvere q.b.
prezzemolo tritato q.b.
sale q.b. solo per l'acqua della pasta

Iniziare col pulire le cozze. Bisogna armarsi di pazienza e grattarle ad una ad una utilizzando una paglietta d'acciaio, eliminando sotto l’acqua fresca ogni impurità. Bisogna levare le incrostazioni  aiutandosi con il dorso della  lama di un coltello, e poi staccare a mano con decisione la barbetta che esce fuori dal guscio!
Niente di complicato, ma un po' di tempo va via.
Naturalmente se trovate cozze già aperte o rotte buttatele via!
In una padella capiente sul fuoco mettere un po' di buon olio extravergine di oliva con gli spicchi di aglio leggermente schiacciati, le acciughine scolate dal loro olio a pezzetti ed i gambi di prezzemolo schiacciandoli anch'essi. Dopo pochi istanti aggiungete anche i pomodori tagliati a pezzetti.
Quando l'aglio è dorato e l'acciuga sciolta buttateci dentro le cozze e chiudete subito con un coperchio. Aspettate e vedrete che le cozze si apriranno man mano. Quelle che non si aprono non vanno mangiate, mi raccomando!
Levare poi il coperchio e spruzzare col rum. Far evaporare a fiamma media e continuare la cottura a fiamma bassa finchè l'intingolo non si è ridotto.
Intanto procedere con la cottura delle linguine in un'altra pentola con abbondante acqua salata portata ad ebollizione.
Quando la pasta sarà cotta, versatela nella padella con le cozze in cui avrete precedentemente eliminato qualche guscio causa spazio insufficiente, aggiungete se lo gradite del peperoncino in polvere ( noi sì! ) e del prezzemolo tritato e mescolate bene.
Assaporare con un buon calice di vino bianco frizzante alla Chiara 's style!

Con questa ricetta partecipo al contest Le ricette della carestia di I pasticci di Luna in collaborazione con www.fotoregali.com nella categoria ricette salate

31 commenti:

  1. Ciao Chiara!
    Ma che fortuna un suocero così!:-) !!!!
    Che bel piatto, amo anch'io il pesce e come te vado al mercato rionale spesso a comprarlo, però da me si fa il martedì! :-) !
    Buonissime queste linguine!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooo! Peccato solo che ora abitiamo lontani!!! Pensa che anche mia suocera cucina benissimo!!! un bacione, a presto!

      Elimina
  2. esiste una macchina industriale per pulire le cozze???? la voglio! Come voglio questo fantastico piatto di pasta!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì Alice la vedo sempre nel reparto pescheria dei supermercati! ed è carissimaaaaaa oltre i 1000 euro!!! magari ce l'avrò nella prossima vita!!!!!!!!!!!!! bacio

      Elimina
  3. ahahahha..Chiara mi fai morire dalle risate!!!! Beata chi ha un uomo che pulisce il pesce...io sono come te e mi tocca il lavoro sporco :-(
    Però questo bel piatto di pasta compenserebbe la fatica :-P
    Bravissima
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì davvero beata chi ha un uomo che pulisce il pesce... e non è il nostro caso!!!!!! buon we consu, un abbraccio

      Elimina
  4. Chiara!!! Perdonami per la lunga assenza, ma solo dopo molti tentativi sono riuscita a debellare un malvagio bug del mio browser che mi rendeva impossibile lasciare commenti su blogger.
    Vedo che qui tutto procede a gonfie vele ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Noemi mi sei mancata!!!! mi chiedevo che fine avessi fatto... sono contenta che ora vada tutto bene! sì, qui procede... un bacione grande!

      Elimina
  5. Fantastica!!! se trovi la macchina per pulire le cozze avvisami eh??? vale la pena diffondere notizie così importanti!

    ihihih

    ottima ricetta.
    ps. come vanno i germogli???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Artù! il tarassaco cresce bene, spero solo che resista al maltempo!!! qua sta diluviando di brutto e pare inverno!!! un bacione

      Elimina
  6. Mmmmmmmmmmmmmmm qua giochi un cavallo di battaglia. Gnamme che buoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazieeeeeee, vanno provati anche con le vongole, sono ottimi!

      Elimina
  7. Se trovo conchigliame dal pescivendolo domani, questo w-e copierò Fedele - e te, naturalmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una ricetta che fa molto estate!!! qua a Milano c'è il diluvio universale e fa freddissimo!! mi consolo con questo primo!!! ciao carissima, a presto!

      Elimina
  8. Un piatto veramente squisito!
    complimenti e buona giornata

    RispondiElimina
  9. E siccome amo le cozze, seguirò i suggerimenti del suocerino Fedele!!! Piatto eccellente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio spero che Fedele legga!!!un bacio Clara a presto!

      Elimina
  10. Che buone Chiara! Viva tuo suocero se cucina così :)
    Già, noioso pulirle, io devo dirti la verità: non le ho mai cucinate in vita mia! Ma ho aiutato mia suocera a pulirle, qualche volta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Celeste prova a cucinarle sono troppo buoneeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!! bacione

      Elimina
  11. ecco, allora io voglio già bene a questo fedele! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa gliela faccio leggere!!!!!! Ciaoooo elena....a presto!

      Elimina
  12. Grazie per la tua ricetta va benissimo! In bocca al lupo per il tuo contest

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene! sono felice di partecipare a questo contest!

      Elimina
  13. Complimenti per la fantastica ricetta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. complimenti allo chef Fedele!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  14. L'ho fatta questa domenica, con le vongole che il pescivendolo aveva: è davvero saporita e ha lasciato un profumo squisito e aromatico in cucina. Solo il pomodoro l'ho sostituito con quelli secchi ben dissalati, perché è ancora presto per essere la sua stagione. Ma lo riproverò a suo tempo.

    RispondiElimina
  15. Sono contentissima che ti sia piaciuta!!!! Pensa che ho appena comprato le vongole..le ho viste e non ho resistito!!! Io i pomodori secchi li uso poco in cucina... Mi piacerebbe provare questa tua versione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricordi l'astice con i pomodori secchi? chiara ,poi le vongole vanno messe in acqua salata per almeno 2 ore e alla fine va fatta la salsa ru ciao un saluto alla piccola e a tutti voi ciao

      Elimina
    2. ricordo...ricordo!!!! ottima la tua cucina, chef Fedele!!!!

      Elimina